Malattia Frontotemporale

“Malattia Frontotemporale” o “Demenza Frontotemporale”, è un termine che rappresenta diverse condizioni caratterizzate da uno specifico coinvolgimento dei lobi frontale e temporale dell’encefalo.

Nonostante sia tuttora poco conosciuta è importante ricordare che, la Malattia Frontotemporale, rappresenta una delle cause più frequenti di demenza dopo la Malattia di Alzheimer.

Ne possono essere affette persone in un’età generalmente compresa tra i 60 ed i 70 anni in media, ma anche soggetti più giovani possono essere colpiti.

Diversamente dalla Malattia di Alzheimer, presenta una familiarità più elevata, legata probabilmente ad una predisposizione genetica.

Come Riconoscerla

Il carattere distintivo della Malattia Frontotemporale consiste in un graduale e progressivo deterioramento del linguaggio o del comportamento.

Nel decorso della malattia diviene sempre più difficile per i pazienti organizzare e pianificare le attività, comportarsi in modo congruo in diverse situazioni sociali e sul lavoro, interagire con altre persone in maniera appropriata e prendersi cura di se stessi, fino ad una dipendenza progressiva nelle attività di vita quotidiana.

Per ulteriori informazioni sulla malattia scarica il nostro opuscolo informativo.